Winterreise

.

“Winterreise è un’idea, il desiderio di avventurarsi in un ‘viaggio d’inverno’ dentro se stessi che tutti, presto o tardi siamo chiamati a fare. Già, proprio d’inverno, perché tutto appare più fermo, immobile, ed è il momento giusto per pensare. Un momento o per tutta la vita, un viaggio che non ha una durata precisa ma inesorabilmente ci pone davanti a ciò che siamo e a quello che vogliamo diventare.

Abbiamo lavorato a questo progetto in maniera sincera, accettandolo con le sue imperfezioni, come quelle che si incontrano su qualsiasi cammino […]

Questo è il nostro winterreise”

    Giorgio Ferrera | Alessandro Del Signore | Pierluigi Tomassetti

.

.

“Talvolta, snocciolare vagonate di note a velocità supersonica è solo ed esclusivamente un gesto autoreferenziale, a detrimento della pura essenza comunicativa, atto a ingraziarsi i consensi del pubblico. Tutto ciò non accade in “Winterreise”, la nuova opera discografica firmata Giorgio Ferrera Trio, formazione costituita da Giorgio Ferrera (pianoforte), Alessandro Del Signore (contrabbasso) e Pierluigi Tomassetti(batteria). I nove brani contenuti nel CD scaturiscono dall’ingegno compositivo del leader, fatta eccezione per My Favourite (Personal) Things (Richards Rodgers) e Daisy Bell – Bicycle Built For Two(Harry Dacre). L’aerea On The Roof (Nightvision) vivifica i sensi. Qui Ferrera dà vita a un pianismo onirico, meditativo, come se cesellasse una scultura marmorea. Il climax crepuscolare di Winterreise, terza traccia del disco, è di rara bellezza. Le soavi linee intessute da Del Signore, con l’arco, creano un collante apollineo. Il torrenziale sermone improvvisativo sviscerato dal pianista è sobillato dal manto ritmico cangiante disegnato da Tomassetti. L’irruenza espressiva di Condensed Mind fa salire vertiginosamente l’adrenalina. In questo brano il trio interagisce serratamente con consapevolezza e appassionato feeling. “Winterreise” è un album ad alto coinvolgimento emozionale, che rappresenta una magica lente d’ingrandimento attraverso la quale si può scrutare l’anima.”

Stefano Dentice – Sound Contest

S    

Un viaggio d’inverno

Viaggio d’inverno. Proprio in questo modo può tradursi “Winterreise”, ma nel suo senso romantico, alla ricerca di nuovi luoghi ed emozioni, alla scoperta di se stessi. Con questo spirito è stata affrontata tutta la lavorazione del progetto, dalla scrittura all’esecuzione, vivendolo quasi come un viaggio introspettivo, a voler raccogliere in un unico luogo le idee, le speranze, le gioie che un individuo matura in un periodo della propria vita. 

Idealmente questo lavoro guarda al “Winterreise” di Franz Schubert ed alla sua sfera intima ed emozionale non assorbendone però prevedibilmente la parte musicale bensì quella concettuale. Una scelta stilistica voluta e meditata che ha portato ad una separazione netta dai lavori precedenti e ha condotto ad una nuova fase compositiva cercando nuovi scenari sonori. Linee fluide e pulite si alternano a ritmiche incalzanti e potenti trasformando le idee in una trama vibrante, progressiva sfociando in ‘ambientazioni’ rock; il tutto in un circolare 3⁄4, motore quasi onnipresente, che ci riporta all’idea del movimento come elemento caratterizzante di questo viaggio.

Ecco allora il lirismo del brano “Winterreise” e il tema incantato di “Paul’s Pix” che, contrapposti all’esplosione di ‘Condensed Mind’, esaltano il suono davvero personale del trio e svelano poco a poco, quasi come una sorta di matrioska musicale, tutte le sue preziosità.


Copertina Fronte

          Winterreise

           01  On The Roof (Nightvision)

           02  My Favourite (Personal) Things

           03  Winterreise

           04  Condensed Mind

           05  Crystal Silence

           06  Paul’s Pix

           07  Nothing Is Like Before

           08 Like The Snow

           09 Daisy Bell (Bycicle Built For Two)

      Acquista su  ITunes | Amazon | Google Play

Credits:

MUSICISTI

Giorgio Ferrera, pianoforte

Alessandro Del Signore, contrabbasso

Pierluigi Tomassetti, batteria

PRODUZIONE

Prodotto da Arzbaum Music

Tutti i brani sono stati registrati in  Marzo, 2016

Riprese e missaggio di Roberto Lioli, Stefano Del Vecchio presso Casa del Jazz, Roma, Italia

Tutti i brani sono stati composti da Giorgio Ferrera

Design by Improve

Fotografie di Paolo Ferrera