Recensione di Stefano Dentice su Soundcontest.com
7 Luglio 2016
0

Winterreise

Arzbaum Music, 2016

WinterreiseTalvolta, snocciolare vagonate di note a velocità supersonica è solo ed esclusivamente un gesto autoreferenziale, a detrimento della pura essenza comunicativa, atto a ingraziarsi i consensi del pubblico. Tutto ciò non accade in “Winterreise”, la nuova opera discografica firmata Giorgio Ferrera Trio, formazione costituita da Giorgio Ferrera (pianoforte), Alessandro Del Signore (contrabbasso) e Pierluigi Tomassetti(batteria). I nove brani contenuti nel CD scaturiscono dall’ingegno compositivo del leader, fatta eccezione per My Favourite (Personal) Things (Richards Rodgers) e Daisy Bell – Bicycle Built For Two(Harry Dacre). L’aerea On The Roof (Nightvision) vivifica i sensi. Qui Ferrera dà vita a un pianismo onirico, meditativo, come se cesellasse una scultura marmorea. Il climax crepuscolare di Winterreise, terza traccia del disco, è di rara bellezza. Le soavi linee intessute da Del Signore, con l’arco, creano un collante apollineo. Il torrenziale sermone improvvisativo sviscerato dal pianista è sobillato dal manto ritmico cangiante disegnato da Tomassetti. L’irruenza espressiva di Condensed Mind fa salire vertiginosamente l’adrenalina. In questo brano il trio interagisce serratamente con consapevolezza e appassionato feeling. “Winterreise” è un album ad alto coinvolgimento emozionale, che rappresenta una magica lente d’ingrandimento attraverso la quale si può scrutare l’anima.

 

Genere: Contemporary Jazz

Musicisti:

Giorgio Ferrera, piano
Alessandro Del Signore, double bass
Pierluigi Tomassetti, drums

Brani:

01. On The Roof (Nightvision)
02. My Favourite (Personal) Things
03. Winterreise
04. Condensed Mind
05. Crystal Silence
06. Nothing Is Like Before
07. Paul’s Pix
08. Like The Snow
09. Daisy Bell (Bicycle Built For Two)

 

VAI ALL’ARTICOLO

 

Lascia un commento